Benessere

Ayurveda: che cos’è

Ayurveda significa letteralmente scienza della vita, ed è un sistema medico e filosofico indiano.
Difficile datarne storicamente la nascita, si dice che risalga a più di 5000 anni fa, e le sue origini sono narrate nella mitologia indiana.

Uno dei più famosi medici ayurvedici di riferimento, Charaka, definisce l’Ayurveda come

quella scienza che descrive cosa è utile e cosa invece è dannoso,
quello che è benefico e che non lo è,
la lunghezza della vita e la vita stessa

 

Scopo dell’Ayurveda

L’Ayurveda non serve solamente a curare le malattie, si occupa anche di promuovere e mantenere la buona salute.
La parola sanscrita per salute (svastha) significa letteralmente “stare nel sé”, e una persona viene definita sana quando sì ha un corpo in equilibrio, senza malattie, ma anche una mente serena e uno spirito elevato. In particolare, è necessario che dosha (i fattori costitutivi del corpo che ne controllano l’attività), dathu (tessuti corporei), agni (i fattori responsabili del metabolismo), mala (i prodotti di rifiuto), e kriya (le attività fisiche e mentali), siano in equilibrio.
Solo in questa condizione, e vivendo in armonia con se stessi e con gli altri, seguendo le leggi della Natura e gli insegnamenti ayurvedici, l’uomo può raggiungere uno stato permanente di benessere e beatitudine.

L’Ayurveda e la malattia

La malattia viene vista come un disequilibrio, una perdita di armonia. Per ristabilire lo stato di salute, non solo vengono utilizzati rimedi naturali ed erboristici, ma anche massaggi, la meditazione, lo yoga, una dieta specifica per il problema riscontrato e routine quotidiane per migliorare lo stile di vita.

Poiché l’uomo è considerato un microcosmo che contiene in se stesso un universo, e poiché ognuno di noi è unico e irripetibile, l’Ayurveda non agisce sulla malattia ma sulla persona malata. Infatti persone che presentano gli stessi sintomi o la stessa patologia, possono ricevere terapie e trattamenti completamente diversi.

La medicina ayurvedica viene considerata una medicina integrativa, e alcune sue pratiche possono aiutare pazienti di tutto il mondo ad affrontare e risolvere la propria patologia, non soltanto con la semplicistica dicotomia sintomo/farmaco. È importante ricercare la vera causa di una malattia e apportare le modifiche giuste per avere una risoluzione definitiva e duratura.

 

Per saperne di più

Se vuoi saperne di più, questi sono i due libri che ho studiato per introdurmi alla materia:
Ayurveda. La scienza dell’autoguarigione.
Ayurveda. Il massaggio ayurvedico e i trattamenti di Purvakarma: una via di karma yoga.

 

 

Guarda anche

Lascia un commento